Petizione contro i siti pro anoressia

“Leggendo che oggi si incolpa Facebook come causa principale dell’anoressia e non ritenendo possibile che un social network da solo possa prendersi carico della diffusione di questo fenomeno, mi sono documentata e ho trovato che ci sono migliaia di siti e blog pro-anoressia che non solo supportano questo male, ma spingono i giovani alla competizione sulla loro ‘forma fisica’.

www.akels.cnalia, il giornale per antonomasia che si occupa e promuove l’estetica, il visuale e il bello, ha deciso di utilizzare la sua autorità e il suo bacino di utenza sul web (oltre 1 milione di utenti unici al mese), per battersi per combattere l’anoressia e raccogliere le firme con l’obiettivo finale di far chiudere questi siti.

La moda è sempre stata incolpata di essere una delle cause principali e questo impegno è invece la dimostrazione che la moda si mette in gioco in prima linea per combattere l’anoressia

Franca Sozzani

===

Ana è la personificazione dell’anoressia nervosa ed è la protagonista dei racconti di moltissimi blog pro-ana.

La autrici di questi diari segreti on line parlano di Ana come di un’amica molto cara, la difendono se viene attaccata dagli estranei e si ispirano a lei come ad un modello di bellezza perfetto.

Ana in realtà è una malattia che può portare alla morte e questi blog sono pericolosissimi perché contengono le istruzioni per diventare anoressiche e le autrici si spalleggiano tra loro per arrivare all’obiettivo della perdita di peso.

Insegnano a vomitare, consigliano lassativi e diuretici, esortano e ammirano chi è capace di rifiutare il cibo, insultano chiunque faccia loro notare che Ana è una malattia da curare. Il problema è che questi siti sono alla portata di tutti, soprattutto delle adolescenti disorientate che cercano una risposta ai loro piccoli problemi dati dall’età.

Rebecka Peebles della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora ha monitorato 180 blog pro-ana e lancia un nuovo allarme.

La ricerca, pubblicata sull’American Journal of Public Health, ha trovato nei diari pro-ana una miniera di pericoli di facile accesso a chiunque si colleghi a internet: l’80% dei siti pro-ana è dotato di applicazioni interattive (come i contatori di calorie), l’85% pubblica foto di donne scheletriche a cui ispirarsi (chiamati thinspiration), l’83% dà consigli per dimagrire velocemente e su come impegnarsi nell’obiettivo di avere il totale controllo del proprio corpo per arrivare a 45 chili o meno.

Il 24% dei siti è stato bollato come molto pericoloso per i lettori.

Questi blog però devono essere considerati anche come delle urla di aiuto: “Per molte pazienti internet diventa un modo per esprimere i propri sentimenti – concludono gli autori – invece di gestirli attraverso tradizionali modelli di cura come la psicoterapia”.

è necessario spiegare alle giovanissime che non è nella magrezza che si trova la perfezione, in modo da promuovere un canone estetico in cui la salute sia parte integrante della bellezza.

L’ABA (Associazione Bulimia Anoressia) fondata da Fabiola de Clercq, nel 1990 è una delle realtà più affidabili per il trattamento delle ragazze che hanno capito di avere bisogno di aiuto. Per contattarli c’è un numero verde: 800 16 56 16.

Fabiola De Clercq

  • 丰富党日活动的形式内容 2019-04-16
  • 《人民日报》创刊前后人员组成 2019-04-15
  • 美军缘何准备削减非洲反恐军力 2019-04-15
  • 奋战在昆仑山下、世界海拔最高油田的采油工人 2019-04-08
  • “互联网+”带来劳动关系认定难 2019-04-08
  • 保时捷首款纯电动车定名Taycan 续航超500km 2019-04-07
  • 探索西部引才用才新机制 打造四川转型发展新引擎 2019-04-07
  • 悬崖边上一座诡异屋子 一面墙内陷竟现神秘洞口 ——凤凰网房产 2019-03-31
  • 斯蒂格勒的数字化资本主义批判 2019-03-31
  • “不忘初心,走向明天”徒步迎新活动 2019-03-28
  • 【互动话题】我为两会建言献策 2019-03-25
  • 刚拿到!江西语文、数学高考试卷和答案来了!各地作文题哪里最难? 2019-03-25
  • 关于与【原凤凰网房产淄博站】停止合作公告 ——凤凰网房产北京 2019-03-13
  • 探析落马高官的"特权病"之三为所欲为 公权成谋私"自留地" 2019-03-10
  • 香港“大馆”讲述历史岁月(港澳在线) 2019-03-10
  • 152| 919| 758| 184| 21| 754| 181| 887| 716| 122|